Due lesbiche comprano un figlio

Ma nasce nero (per sbaglio) e fanno causa

Il fatto risale al settembre scorso. Jennifer Cramblett e Amanda Zinkon, rispettivamente di 36 e 29 anni, sono due donne lesbiche dell’Ohio che si sono sposate alla fine del 2011 a New York.

Jennifer Cramblett, una delle due lesbiche.

Jennifer Cramblett, una delle due lesbiche.

Nel frattempo, si erano rivolte ad una banca del seme per avere un figlio, ed avevano scelto un donatore bianco.

Amanda, la "moglie" (oppure "marito"?) lesbica di Jennifer, con in braccio la piccola Payton.

Amanda, la “moglie” (oppure “marito”?) lesbica di Jennifer, con in braccio la piccola Payton.

Ma c’è stato un imprevisto: per un errore nel codice numerico del donatore (380 anziché 330), è venuta alla luce Payton, bimba mulatta: Jennifer e Amanda apparentemente l’avevano accolta come dovrebbe fare ogni genitore, ma ora hanno chiesto un risarcimento danni di almeno 50 mila dollari alla banca del seme.

“La zona in cui viviamo noi è quasi esclusivamente abitata da bianchi e spesso si verificano episodi di razzismo. Non pensiamo di essere pronte a crescere la nostra Payton qui, sappiamo benissimo cosa si prova ad essere discriminate per il proprio orientamento sessuale ma non per il colore della pelle”,

questa l’ignobile scusa della coppia. In realtà è chiaro che volevano un figlio bianco.

La piccola Payton. La volevano bianca. Ora, crescerà da due "genitori" che non la volevano, perchè nera, e crescerà senza padre. Per un atto di volontà puramente satanica.

La piccola Payton. La volevano bianca. Ora, crescerà da due “genitori” che non la volevano, perchè nera, e crescerà senza padre. Per un atto di volontà puramente satanica.

Anche se non sembra, l’argomento è strettamente collegato con gli orrori propalati dalla satanica ideologia gender.

Il direttore del sito www.lacrocequotidiano.it , Mario Adinolfi, ha scritto un appropriato commento alla vicenda.

Mario Adinolfi.

Mario Adinolfi.

Per leggerlo, cliccate qui.

I commenti sono chiusi.