Non chiamatele più ragazze

Ultime dall’Inghilterra

Il logo della Girls School Education.

Il logo della Girls School Education.

In Inghilterra, si sconsiglia di chiamare le ragazze come “ragazze” o “femmine”. Non è politicamente corretto.

Per saperne di più, cliccate qui.

Caroline Jordan, presidente della Girls School Association.

Caroline Jordan, presidente della Girls School Association.

Il gender e la pedofilia

Una conferenza della dott.ssa Valentina Peloso Morana

La psicologa Valentina Peloso Morana.

La psicologa Valentina Peloso Morana.

Questa è una conferenza che la Dott.ssa Valentina Peloso Morana ha tenuto nell’agosto 2015 a Gorizia.

Vi si tratta il tema dello sviluppo della psiche infantile, dell’importanza delle figure, ben distinte, maschile e femminile, del papà e della mamma, per i bambini/e. Questo tema viene poi collegato col problema della pedofilia, che tutti siamo tenuti a conoscere bene.

Per vederlo, cliccate qui.

Dietro le adzioni gay

Guerra al diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà

Il giurista Carlo Cardia.

Il giurista Carlo Cardia.

Questo è un articolo pubblicato dal quotidiano “l’Avvenire” del 1 Giugno 2016.

L’autore è Carlo Cardia, giurista, avvocato, e docente presso l’Università degli Studi di Roma 3.

Per leggerlo, cliccate qui.

Auriti e lo “ermafroditismo”

No al gender in uno scritto del 1972

Un momento del video dove viene mostrato il libro di Giacinto Auriti.

Un momento del video dove viene mostrato il libro di Giacinto Auriti.

Questo è un video pubblicato nel 2015 da “Accademia della Libertà”.

Vi si esamina un libro del 1972, intitolato “L’occulta strategia della guerra senza confini”, una raccolta di diversi interventi all’interno di una conferenza cui partecipava, fra gli altri, il Prof. Giacinto Auriti.

Si notano le radici che la teoria gender ha anche nella filosofia occidentale, soprattutto hegeliana, e di cui Auriti aveva previsto le necessarie conseguenze fin da allora.

Per seguirla, cliccate qui.

La teoria gender esiste realmente

La conferenza di Amato a Chivasso

Un momento della conferenza di Gianfranco Amato a Chivasso.

Un momento della conferenza di Gianfranco Amato a Chivasso.

Le conferenze di Gianfranco Amato sono sempre interessanti, e mai uguali. L’aggiornamento del contenuto è costante, e dunque fa sempre molto piacere risentirle: ci si fissano bene in mente gli aspetti più salienti della perniciosa ideologia gender, e si impara sempre qualcosa di nuovo.

Per questo, ci proponiamo di inserirle tutte nel nostro sito, una per volta.

Questa, è una conferenza tenutasi poche settimane fa a Chivasso.

Per seguirla, cliccate qui.

Femminilità, prima di tutto

L’ultimo libro di Costanza Miriano

La scrittrice e giornalista cattolica Costanza Miriano.

La scrittrice e giornalista cattolica Costanza Miriano.

Vi proponiamo un post pubblicato su www.lacrocequotidiano.it .

Si tratta di un brano del libro di Costanza Miriano, titolato “Quando eravamo femmine”, pubblicato dall’editore Sonzogno, e tratto dal settimo capitolo, “Della bellezza”.

Come tutti gli altri libri della Miriano (ricordiamo “Sposati e sii sottomessa” e “Sposala e muori per lei”), anche questo è incentrato sulla sottolineatura delle profonde differenze ontologiche tra uomo e donna, e sullo status altrettanto ontologico della loro reciproca complementarietà e interdipendenza.

Si tratta dunque di una esaltazione delle differenze, che dal punto di vista di una cattolica sono create da Dio ai fini di una vita migliore per entrambi, e per la continuazione della specie umana.

Ma il discorso religioso è un di più, che non va ad aggiungere nulla alle fondatissime, e vissutissime, osservazioni “naturaliste” della scrittrice. Il tutto con stile personale e godibile.

Per leggere il brano, cliccate qui.

E’ nato un maschio o una femmina?

Meglio non decidere!!!

E’ nato un bambino. Ma è maschio o femmina? Meglio non decidere, potrebbe essere un passo azzardato!

E’ nato un bambino. Ma è maschio o femmina? Meglio non decidere, potrebbe essere un passo azzardato!

Vi proponiamo un post pubblicato su www.civiltaislamica.it .

Si commenta un articolo dal contenuto allucinante: al momento della nascita, non si dovrebbe attribuire subito, e in base a ciò che è immediatamente visibile, il sesso del bimbo/a, perché potrebbe essere una “decisione affrettata”!

Invitiamo i nostri lettori a riflettere su questo: potrebbe essere un esempio del primo passo per insinuare nell’opinione pubblica un concetto apparentemente assurdo e inaccettabile, destinato poi ad essere accettato dai più.

Pare proprio essere il primo gradino della famosa “finestra di Everton”, il metodo usato dalle forze oscure per plasmare, nel tempo, le mentalità degli aggregati umani, per scopi di puro dominio.

Ne riparleremo.

Per leggere il post, cliccate qui.

Mamma, papà e gender

Recensione di un libro di Michela Marzano

Emiliano Fumaneri. Scrive per il quotidiano “La Croce”.

Emiliano Fumaneri. Scrive per il quotidiano “La Croce”.

Vi proponiamo una lunga ma approfondita e interessante recensione al libro di Michela Marzano, “Mamma, papà e gender”, pubblicato qualche mese fa dall’editore Utet.

La recensione è senza dubbio la migliore fra tutte quelle dedicate a questo libro, con profonde implicazioni di carattere filosofico, religioso e antropologico.

Per leggerla, cliccate qui.